Condizioni sentieri venerdì 12 gennaio 2018

postato in: Home Page, In Evidenza | 0

VENERDI’ 12  gennaio 2018

 

Buongiorno, l’ accesso consigliato per il rifugio è quello dalla Val Biandino per il sentiero 40, sconsigliamo gli altri accessi compresi quelli dal versante bergamasco, fino a che il manto nevoso si sarà stabilizzato. Sulla strada di biandino ci sono dei tratti di neve dura e ghiacciata, sono utili i mezzi ramponi, soprattutto per i meno esperti.

La traccia dalla Bocca di Biandino alla Grassi è stata battuta, fino al rifugio si può salire anche senza ciaspole. Se si decide di salire senza ciaspole sono utili i mezzi ramponi, soprattutto per la discesa e per i meno esperti (e anche per qualche tratto ghiacciato della strada di Biandino).

Per il Pizzo dei tre Signori è meglio aspettare che la neve si stabilizzi.

Vi aspettiamo per la ciaspolata di sabato sera.

La cabinovia Barzio Bobbio inizia il 2 dicembre il servizio invernale. Per informazioni www.pianidibobbio.com

Per chi sale da Introbio ricordiamo che è non è più possibile salire con l’ auto fino al secondo ponte, quota 1200 metri, pertanto chi volesse percorrere in automobile la strada di Val Biandino dovrà rivolgersi ai rifugi Tavecchia (tel. 0341 980766) o Valbiandino (tel. 0341 981050) che effettuano questo servizio.

I ramponcini, o mezzi ramponi, o ramponi a 6 punte, sono attrezzi di peso modesto e grandissima utilità per chi percorre sentieri di montagna in inverno o nelle mezze stagioni, quando di notte gela. Sarebbe utile tenerli sempre nello zaino. Si utilizzano: (1) su sentieri con neve dura e gelata ma pendenza non eccessiva, (2) su sentieri di bassa quota dove il ghiaccio potrebbe essere coperto dalle foglie, (3) su terreno ripido indurito dal gelo. Non sostituiscono i ramponi veri e propri, che hanno 10 o 12 punte e vengono utilizzati per l’alpinismo, ovvero escursioni in alta quota e dove la pendenza è elevata.

Queste informazioni, che vengono aggiornate circa una volta alla settimana, non costituiscono un bollettino meteo, infatti le condizioni della neve in quota possono cambiare in poche ore a causa del vento, nevicate, ecc.