Condizioni sentieri martedì 24 aprile 2018

postato in: Home Page, In Evidenza | 0

MARTEDI’ 24 aprile 2018

Buongiorno a tutti, l’ azione del sole ha determinato un potente scioglimento della neve sui versanti sud, che risultano sgombri fino ai 1800-1900 metri di quota. A nord, invece, si trova ancora neve a partire dai 1600-1700 metri in su, che date le teperature si presenta bagnata e non portante. Sopra la quota di 1800 metri circa, lo strato nevoso varia dai 50 agli 80 cm di neve, che neppure qui risulta portante.
La quota dello zero termico si mantiene da tempo molto alta, oltre i 3000 metri, dunque manca il rigelo notturno. Si è abbassato a 2 il rischio slavine, meglio della settimana scorsa ma bisogna fare molta attenzione, specialmente nelle ore più calde e sui pendii più ripidi ed  esposti a sud.
Salita al Pizzo dei Tre Signori in condizioni non ottimali, meglio aspettare o essere disposti a fare una gran fatica….
Un pensiero speciale a tutti coloro che hanno dato la vita, e a tutti quelli che si spendono ancora per la libertà. Buon 25 aprile a tutti.

 

 

Per chi sale da Introbio ricordiamo che è non è più possibile salire con l’ auto fino al secondo ponte, quota 1200 metri, pertanto chi volesse percorrere in automobile la strada di Val Biandino dovrà rivolgersi ai rifugi Tavecchia (tel. 0341 980766) o Valbiandino (tel. 0341 981050) che effettuano questo servizio.

I ramponcini, o mezzi ramponi, o ramponi a 6 punte, sono attrezzi di peso modesto e grandissima utilità per chi percorre sentieri di montagna in inverno o nelle mezze stagioni, quando di notte gela. Sarebbe utile tenerli sempre nello zaino. Si utilizzano: (1) su sentieri con neve dura e gelata ma pendenza non eccessiva, (2) su sentieri di bassa quota dove il ghiaccio potrebbe essere coperto dalle foglie in giornate / periodi molto freddi, (3) su terreno ripido indurito dal gelo. Non sostituiscono i ramponi veri e propri, che hanno 10 o 12 punte e vengono utilizzati per l’alpinismo, ovvero escursioni in alta quota e dove la pendenza è elevata.

Queste informazioni, che vengono aggiornate circa una volta alla settimana, non costituiscono un bollettino meteo, infatti le condizioni della neve in quota possono cambiare in poche ore a causa del vento, nevicate, ecc.