PAGINA IN COSTRUZIONE !

PER IL MOMENTO PROPONIAMO ALCUNE INFORMAZIONI DI BASE, E RIMANDIAMO A SITI PIU’ COMPLETI PER QUANTO RIGUARDA LE RELAZIONI DETTAGLIATE DEI PERCORSI E LE TRACCE GPS. IN FUTURO COMPLETEREMO LA PAGINA…

Il rifugio Grassi è raggiungibile in MTB da Barzio/Piani di Bobbio (Valsassina) oppure da Valtorta (Val Brembana). In entrami i casi si tratta di percorsi per esperti, con tratti in cui è necessario spingere e/o portare a spalla la bike. E’ comunque possibile, in entrambi i casi, realizzare percorsi ad anello con rientro al punto di partenza e discesa sufficientemente pedalabile:)

 

ANELLO CON PARTENZA DA VALTORTA

Si parte dal centro del paese di Valtorta (alta Valle Brembana, Valtorta è un piccolissimo paese che merita decisamente una visita!), si prosegue su asfalto verso Ceresola e poi su strada sterrata fino ai Piani di Bobbio. Qui si prende il sentiero 101 che in breve conduce al Passo del Cedrino, poi si prosegue in salita ripida e con fondo sconnesso (ovvero a spinta) fino a raggiungere il Passo del Toro. A questo punto gran parte del dislivello è fatto, si risale in sella e si pedala (non proprio sempre;) fino al rifugio Grassi. Da qui si segue la segnaletica per rientare a Valtorta dal sentiero 104, passando per gli alpeggi del Caserone, Lavez e Cavalleri. Per descrizioni più dettagliate di questo percorso e tracce GPS rimandiamo ai siti www.moonrider.it, www.mtbinvalbrembana.it, www.valbrembanaweb.info, www.pieroweb.com e altri forum specializzati.

 

ANELLO CON PARTENZA DA BARZIO

Si parte dal piazzale della funivia di Barzio, e si sale in quota o con la funivia stessa (aperta nei fine settimana estivi e, in luglio e agosto, anche in settimana con tre corse giornaliere, vedere il sito www.pianidibobbio.com , è consentito portare la bici in funivia) oppure pedalando sulla mulattiera che incrocia quella che d’inverno è una pista da sci. Dai Piani si seguono le indicazioni per il rifugio Grassi e il sentiero 101, ad un primo tratto con poco dislivello e su fondo buono segue la salita al Passo del Toro, molto ripida e con fondo eroso. Qui è necessario spingere! Raggiunto il Passo del Toro si risale in sella e si pedala (non proprio sempre:) per creste fino al Rifugio Grassi. Il rientro avviene verso la Val Biandino: ad un primo tratto di discesa molto tecnica ma pedalabile, segue un tratto a spinta, fino alla Bocca di Biandino, da cui una strada forestale con fondo quasi tutto cementato conduce a Introbio. Qui, traversato il paese, è possibile raggiungere Barzio e il piazzale delle funivia su strada forestale (oltre che su strada asfaltata), seguendo l’indicazione per le placche di Introbio /Casa delle Guide. Per descrizioni migliori di questo percorso e tracce GPS si rimanda al sito www.paolo-sonja.net e ai forum specializzati.