12 marzo 2017 TRACCE DI STORIA SUI SENTIERI DI OGGI e “Menù del Pellegrino”

postato in: Iniziative | 0

Domenica 12 marzo, dalle ore 9.30 alle 11.00 la dott.ssa Stefania Di Mauro (docente università di Milano Bicocca) terrà una breve presentazione sugli antichi sentieri, che un tempo costituivano vere e proprie strade. La presentazione verrà illustrata da immagini in videoproiezione.

Quelli che oggi sono sentieri (come la Via del Bitto), utilizzati  in parte per il lavoro in montagna, l’alpeggio e lo sfruttamento del legname, ma soprattutto per lo sport e il tempo libero, un tempo erano vere e proprie strade, oggetto di cura e manutenzione in quanto essenziali all’economia dei paesi. Oggi la viabilità passa sui fondivalle e in pianura, ma un tempo non era così. I tragitti più comodi e sicuri erano quelli sull’acqua oppure attraverso i valichi, i passi alpini. Le vie di comunicazione più frequentate in passato a volte coincidono con quelle odierne, ma a volte si snodavano su itinerari che oggi sono battuti solo per l’escursionismo. In questa ottica Stefania presenterà alcuni esempi di antiche vie di comunicazione, e delle infrastrutture necessarie all’ospitalità di pellegrini e viandanti in un mondo che si muoveva prevalentemente a piedi. Gli antichi ospitali avevano una funzione simile a quella che oggi hanno i Rifugi, ovvero dare ristoro e ospitalità a chi si muoveva in montagna. Per maggiori dettagli, vedere la locandina.

Chi volesse dormire alla Grassi (magari partecipando alla ciaspolata notturna), fermarsi la domenica mattina per la proiezione, e scendere dopo pranzo può pranzare alla Grassi (pensione completa, costo 56 euro) approfittando del “menù del pellegrino”, che consisterà in minestra di orzo e castagne, polenta con formaggio, acqua, vino e caffè. In questa occasione le bevande del pranzo (acqua 1/2 l, un bicchiere di vino) saranno incluse nel prezzo della pensione completa.