Auguri di buon anno! Dopo una serie di belle giornate, miti e serene, la neve è ben assestata, dura e portante. I 20 cm di neve caduti di recente non hanno modificato di molto la situazione. Per salire al rifugio sono consigliati i ramponcini oppure le ciaspole ( queste forniscono un grip sufficiente con i chiodini dei quali sono dotate); la prima neve si trova a 1500 metri di quota, alla quota del rifugio troviamo circa 130 cm di neve portante.

Consigliamo di raggiungere il rifugio tramite il sentiero 40, ovvero dal paese di Introbio seguire la strada carrabile fino al rifugio Tavecchia, 1500 metri di quota, e da qui imboccare il ponticello sulla destra accanto alla cappelletta azzurra. Da qui in circa 1 ora e 15 minuti si raggiunge il rifugio per traccia portante. L’ ultimo tratto prima del rifugio è segnalato da 25 pali  con catarifrangente rosso, che agevolano l’ orientamento in caso di maltempo o di oscurità.

Gli accessi dalla Valbona e dalla Foppabona e  sono sconsigliati a persone inesperte.

Dal lato bergamasco è possibile raggiungere il rifugio dal sentiero 104, già percorso in questi giorni, necessari ramponi e capacità di valutazione delle condizioni del manto nevoso.

Il passo del Toro (salita da Barzio / Piani di Bobbio) è fattibile solo da persone esperte e attrezzate di ramponi ed eventualmente piccozza.

La salita al Pizzo è possibile solo per persone esperte equipaggiate con ramponi e preferibilmente 2 picozze.

Nella nostra jeep, parcheggiata alla Bocca di Biandino, lascio oggi, venerdì 24.1 qualche provvista per il rifugio (3 confezioni di ricotta, qualche pacco di pasta e altre cose piccole). Chi se la sente può portarne su una o due. Grazie di cuore a tutti gli sherpa!                  anna


il rifugio in data 16.12.2019

La cabinovia Barzio – Piani di Bobbio ha riaperto il 30.11  per la stagione sciistica, ma il sentiero 101 da Bobbio alla Grassi è raccomandato solo ad escursionisti esperti e attrezzati, in grado di valutare i versanti. Buone escursioni a tutti! Anna

Rifugio Falc chiuso, Rifugio Trona aperto nei fine settimana e per Capodanno.


I ramponcini, o mezzi ramponi, o ramponi a 6 punte, sono attrezzi di peso modesto e grandissima utilità per chi percorre sentieri di montagna in inverno o nelle mezze stagioni, quando fa freddo e di notte gela. Sarebbe utile tenerli sempre nello zaino. Si utilizzano: (1) su sentieri con neve dura e gelata ma pendenza non eccessiva, (2) su sentieri di bassa quota dove il ghiaccio potrebbe essere coperto dalle foglie in giornate / periodi molto freddi, (3) su terreno ripido indurito dal gelo. Non sostituiscono i ramponi veri e propri, che hanno 10 o 12 punte e vengono utilizzati per l’alpinismo, ovvero escursioni in alta quota e dove la pendenza è elevata.

Queste informazioni, che vengono aggiornate circa una volta alla settimana, non costituiscono un bollettino meteo, infatti le condizioni della neve in quota possono cambiare in poche ore a causa del vento, nevicate, ecc.